Written by APE Genova

Service tax per Commercianti Liguri. Le richieste di APE e Confedilizia

APE, Associazione Proprietà Edilizia di Genova, aderisce pienamente alle richieste effettuate dal Confedilizia nel corso dell’audizione sulla manovra davanti alle commissioni Bilancio di Camera e Senato.

Tre i punti fondamentali delle richieste, che se accolte avrebbero ricadute importanti anche per Genova e Provincia. Si parte dal ripristinare il blocco degli aumenti delle tasse locali per evitare che si accresca l’elevatissima imposizione tributaria di natura patrimoniale gravante sugli immobili dicono all’associazione. Tra le richieste dell’associazione dei proprietari di immobili anche la stabilizzazione della cedolare secca per gli alloggi a canone concordato, incentivi all’investimento immobiliare da parte delle società e l’introduzione di una “service tax”, un tributo unico in sostituzione degli attuali tributi locali, in particolare Imu e Tasi, ma senza dimenticare la Tari. Anche la cedolare secca sui negozi, introdotta con la manovra, dovrebbe essere «una misura stabile e non estemporanea» e per questo va cancellato il riferimento ai soli contratti stipulati nel 2019.

In caso contrario si comprometterebbe «la realizzazione degli stessi obiettivi del Governo, verosimilmente consistenti nel favorire la re immissione sul mercato di locali commerciali abbandonati». Confedilizia chiede anche che i negozi sfitti vengano esentati dall’Imu; provvedimento quest’ultimo che per Genova e Provincia avrebbe valore particolarmente rilevante, visto anche l’elevato numero di negozi attualmente sfitti.

Written by APE Genova

A Lisbona per la giornata mondiale della Proprietà Immobiliare un’iniziativa internazionale per la ripresa di Genova del dopo Morandi

A Lisbona, in occasione della celebrazione della Giornata internazionale della proprietà, indetta dall’UIPI – organismo in cui l’Italia è rappresentata da Confedilizia – è stato dato ampio risalto alle iniziative poste in essere, nell’immediatezza del crollo del ponte Morandi, dall’Associazione della Proprietà Edilizia di Genova, al servizio della città, degli sfollati e delle popolazione tutta. E’ toccato a Vincenzo Nasini, Presidente di Confedilizia Genova e vicepresidente nazionale, che in seno ad UIPI ricopre il ruolo di presidente della “Condominium Committee”, la commissione che si occupa del settore condominiale a livello europeo, intervenire sull’argomento presentando le due iniziative avviate in Italia da Ape Confedilizia: «Quest’oggi ho illustrato la proposta di convenzione, con la quale s’intende offrire agli sfollati alloggi e ricordato la sottoscrizione che è possibile effettuare per raccogliere fondi per le famiglie sfollate – racconta Nasini – essere qui a Lisbona e incontrare i rappresentanti di tutte le associazioni del mondo che fanno parte di UIPI è importante per promuovere il nostro progetto per Genova a livello globale». Come noto è attivo il conto corrente presso la Banca Passadore Sede di Genova corrisponde al seguente IBAN intestato all’Associazione della Proprietà Edilizia di Genova: IT 13 O 03332 01400 000000961407. Nella causale dovrà essere indicata la dicitura “Confedilizia per Genova”. Come detto da Nasini, resta anche in piedi la proposta al Comune di Genova e al Commissario per la Ricostruzione di una convenzione per consentire a coloro che siano proprietari di abitazioni non occupate, di darle in locazione in via transitoria al Comune, a canoni agevolati, affinché quest’ultimo le possa mettere a disposizione delle famiglie sfollate. «Ho trovato una grande attenzione e collaborazione da parte di tutti i componenti del Comitato esecutivo dell’UIPI. Nel corso di questa Giornata Internazionale sono state molte le parole di cordoglio rivolte alle vittime ed è stato forte l’incoraggiamento affinché vi sia un rapido ritorno alla normalità».

La Giornata internazionale della proprietà è una manifestazione, ideata dall’Unione Internazionale della Proprietà Immobiliare – in cui l’Italia è rappresentata da Confedilizia – che ha lo scopo di ricordare come il diritto di proprietà rientri tra i diritti fondamentali della persona e, pertanto, vada rispettato da parte di governi ed autorità di tutto il mondo. Oggi il Paese che garantisce la più elevata tutela dei diritti di proprietà nel mondo, secondo l’International Property Index (IPRI), è la Nuova Zelanda, seguita a ruota dalla Finlandia, la Svezia e la Svizzera. L’Italia si assesta al 49° posto. Property Rights Alliance, che raccoglie attorno a sé organizzazioni e think tank che operano in tutto il mondo a favore della libera iniziativa e di politiche indirizzate a favore dell’innovazione. Lo studio è basato su 127 Paesi, che rappresentano il 98% del Pil mondiale e il 94% della popolazione.

Cosa è UIPI?

UIPI – “Union International de la Propriété Immobilière” — sin dal 1923 si muove presso le Nazioni Unite al fine di tutelare il diritto di proprietà, seguendo in particolare tutti quei provvedimenti giurisdizionali che sono volti a limitare la proprietà privata, nonché per tenere sotto controllo le proposte dei Governi e delle assemblee parlamentari in merito alla normativa sulle locazioni, sulla gestione delle parti comuni della proprietà, sulle espropriazioni e sulle disposizioni tecniche.

Written by APE Genova

SaveTheDate: Mercoledì 7 novembre riunione a Napoli su privacy e condominio, lavori straordinari in condominio, spese e riscossione crediti

Mercoledì 7 novembre, dalle ore 10,30 alle ore 14, in Napoli, presso la locale sede dell’Associazione della proprietà edilizia (viale Gramsci 17/B) si terrà una riunione sui seguenti temi: privacy e condominio, lavori straordinari in condominio, spese e riscossione crediti.
Nel corso dell’incontro verrà presentata Bitlend, start-up per il finanziamento delle spese condominiali.

Per motivi organizzativi, è necessario dare comunicazione della partecipazione – entro il 5 novembre – telefonicamente (06.67.93.489) o via email (roma@confedilizia.it).

Written by APE Genova

Dati Istat dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati

La variazione dell’indice Istat dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati – da utilizzare per l’aggiornamento dei contratti di locazione – relativa al mese di settembre 2018 è la seguente:

La variazione dell’indice armonizzato dei prezzi al consumo per i Paesi dell’Unione Europea (cosiddetto indice armonizzato europeo, che si può utilizzare con specifica clausola nei contratti di
locazione abitativa per l’aggiornamento del canone: cfr. Confedilizia notizie febbraio ’99) relativa al mese di SETTEMBRE 2018 è la seguente:

le variazioni degli indici di cui sopra sono riportate anche sul sito internet confederale –  www.confedilizia.it
Written by APE Genova

BITLEND – Nuove norme di finanziamento per i condominii

Ricordiamo che Mercoledì 17 ottobre p.v. dalle ore 17 alle 19 presso la nostra sede in via XX Settembre n. 41/5° piano si terrà un incontro che avrà all’ordine del giorno:

1 – Nuove forme di finanziamneto per i condominii

2 – Aggiornamento e informative su questioni e attività per gli Amministratori di Confedilizia

 

1 2 3 16