Written by Ilenia

APE Confedilizia, lunedì incontro pubblico: il caso degli amministratori di codominio e gli affitti “Airbnb”

Temi importanti quelli che saranno trattati lunedì prossimo, 11 novembre, nei locali della delegazione Nervi di Ape Confedilizia, la più importante associazione della proprietà edilizia. L’incontro aperto alla cittadinanza si terrà dalle 15.30 alle 18.30 in via dei Vassalli 1, angolo viale Franchini, presso la chiesa di San Siro. Due i relatori che interverranno e daranno spunto per un pubblico dibattito. L’avvocato Raffaella Gualco interverrà sulle principali questioni e novità sull’amministratore di condominio: «Quella dell’amministratore di condominio è una figura professionale fondamentale e non sempre considerata nella maniera adeguata. Spesso ci si rivolge a persone che non sono preparate, immaginando di risparmiare dei soldi; e altrettanto spesso ci si ritrova con dei problemi da affrontare, se non – nelle situazioni limite – direttamente in tribunale. Nel corso dell’incontro spiegherò per quale ragione è molto conveniente se non fondamentale, rivolgersi a professionisti preparati. Mai come in questo caso vale la regola che chi più spende più guadagna » – dice l’avvocato Gualco anticipando parte del suo intervento. Ape Confedilizia, con il presidente Vincenzo Nasini, persegue da tempo un’attività formativa per amministratori di condominio, che si svolge presso la sede di via XX Settembre a Genova. Il secondo intervento dell’incontro vedrà Silvio Boccalatte intervenire sul tema dei contratti transitori che a Genova stanno diventando importanti.  Si tratta degli affitti brevi, spesso nell’ambito delle piattaforme social web come Airbnb. Ape-Confedilizia Genova persegue da tempo una campagna informativa, pur restando contraria all’istituzione di un codice obbligatorio per le locazioni turistiche. Una contrarietà ragionata che parte da alcune considerazioni: «Nello specifico il codice è inutile, in quanto si deve dotare di esso la maggior parte delle abitazioni, posto che le stesse, pur non avendo espressamente vocazione turistica, potrebbero essere utilizzate almeno una volta nel corso dell’anno per locazione turistica. Con il passare del tempo, si potrebbe arrivare al paradosso di avere tutte le abitazioni della Liguria dotate di codice». La proposta di Confedilizia è ben diversa: «Per arrivare al sistema di raccolta e monitoraggio, Confedilizia propone di perfezionare la comunicazione tramite “Alloggiati Web” al fine di fornire a tutti i soggetti interessati (Stati, regioni, Comuni) i dati di cui necessitano. A tale fine sarebbe sufficiente che il Ministero degli Interni, quando riceve la comunicazione degli ospiti, trasferisse agli enti indicati i dati in suo possesso. A questo modo, con una comunicazione unica, i vari interessi in gioco sarebbero soddisfatti senza un’eccessiva e inutile burocrazia, con costi minimi per i cittadini e per lo Stato».
Written by APE Genova

La Delegazione APE di Chiavari incontra i soci e la cittadinanza venerdì 25 ottobre

Venerdì 25 ottobre dalle ore 17 presso la propria sede in Piazza N.S. dell’Orto 29/4 (Sala Dario Casassa) la Delegazione APE di Chiavari incontra i soci e la cittadinanza. Diversi incontri con rinfresco finale.

Vi lasciamo di seguito la locandina dell’evento con le specifiche:

Written by APE Genova

Incontro con la cittadinanza su temi di grande attualità

Mercoledì 9 ottobre 2019 dalle ore 15.00 nella Delegazione di Genova Pegli Via Lungomare di Pegli 19/1
si terrà, a cura dei consulenti dell’associazione della ProPrietà edilizia, un incontro con la cittadinanza sui seguenti temi di grande attualità:

  • l’amministratore di condominio: requisiti Per la nomina e attribuzioni;
  • l’assemblea di condominio: convocazione, costituzione, quorum deliberativi, Poteri e attribuzioni;
  • le locazioni: contratti ad uso abitativo, transitorio, turistici, commerciali.
Written by Ilenia

Affitto breve e Airbnb, APE-Confedilizia organizza incontro a Chiavari. Vantaggi per proprietari e risorsa per il turismo.

Essere proprietari di un immobile da affittare oggi nella Riviera di Levante e a Genova pone di fronte ad una serie di opzioni che si è recentemente arricchita di nuove possibilità. Al classico affitto pluriennale e all’affitto annuale per studenti, si è aggiunto, dal 2017 il cosiddetto “affitto breve”. Si tratta di una nuova tipologia di contratto, disciplinata dall’art.4 del Decreto Legge 50/2017, che si applica alle locazioni di breve periodo, ossia di durata non superiore ai 30 giorni.

Ape-Confedilizia, Associazione Proprietà Edilizia guidata dal presidente Vincenzo Nasini, organizza una serie di incontri dedicati a un tema così attuale e così importante. Il primo incontro in programma è organizzato dalla delegazione Ape di Chiavari: «L’incontro è aperto alla cittadinanza e si svolgerà venerdì 10 al Gran Caffè Defilla di corso Garibaldi. Oltre che i nostri soci del Tigullio che sono oltre 330, sono invitati tutti i cittadini interessati e gli amministratori. Il dibattito si aprirà alle 16.30» – spiega Luciano Maggi, architetto e responsabile della delegazione di Chiavari.

Luciano Maggi, architetto e responsabile della delegazione di Chiavari

Il primo a intervenire nel dibattito sarà Silvio Boccalatte, avvocato chiavarese, che parlerà di “Amministrazione di condominio, requisiti per la nomina e attribuzioni”. Alle 17.45 Daniele Rovelli, avvocato chiavarese, e Venanzio Mantero, tributarista, inizieranno il dibattito sull’attualissimo tema degli affitti brevi e delle procedure a carico del proprietario; titolo di questa seconda pare del convegno è “Le locazioni: contratti a uso abitativo, a uso transitorio, turistico e commerciale”. Certamente il tema degli affitti brevi, legati alle piattaforme web che svolgono il servizio di intermediazione a cominciare da Airbnb, è molto importante per una realtà come quella del Tigullio e del Golfo Paradiso: «Il principale vantaggio per chi vuole dare in affitto un immobile con questa formula è il fatto che, anche se il proprietario dell’appartamento o della casa vacanze fornisce all’affittuario, come di norma accade, il servizio di pulizia e la sostituzione di lenzuola, tovaglie e asciugamani, questi servizi aggiuntivi non costituiscono un’attività imprenditoriale di tipo alberghiero e, di conseguenza, gli adempimenti legali e fiscali per i proprietari sono piuttosto limitati. Nel corso dell’incontro spiegheremo anche come funziona la procedura on-line per accreditamento sul sito della regione Liguria (www.regione.liguria.it, schermata “appartamenti ammobiliati ad uso turistico”)» – aggiunge Maggi.

Sulla questione della cedolare secca applicata ai contratti brevi, Confedilizia ha recentemente precisato che «Con riferimento ai proprietari, il Dipartimento delle finanze riporta i dati della cedolare nel suo complesso (senza distinguere le locazioni brevi dalle altre) e conferma il grande successo di questo strumento, che registra nel 2017 un aumento dell’imponibile dell’8,1 per cento per l’aliquota ordinaria e del 21,4 per cento per l’aliquota ridotta». L’incontro dibattito di venerdì 10 maggio fa parte di un ciclo di relazioni sulla proprietà immobiliare organizzate unitamente alle delegazioni provinciali Ape di Nervi, Pegli, Vallescrivia e Valpolcevera. Per Chiavari i prossimi incontri sono  venerdì 14 giugno e venerdì 25 ottobre.

Written by APE Genova

Il Presidente del Portogallo Rebelo De Sousa, esprime solidarietà a Genova. Incontro con Confedilizia Genovese

Un incontro a sorpresa e anche molto significativo, quello avvenuto a Lisbona tra il presidente del Portogallo Marcelo Rebelo de Sousa e il presisdente di Confedilizia Genova Vincenzo Nasini (vedi foto allegata). «So quanto avete sofferto nella vostre bella città, che conosco e cui sono affezionato.
Il popolo portoghese vi è vicino e spero che in queste giornate di incontri internazionali la solidarietà si estenda a tutti Paesi rappresentati a questo convegno internazionale» – ha detto Rebelo de Sousa a Vincenzo Nasini, presidente della Confedilizia Genova presente a Lisbona per la Giornata internazionale della proprietà, indetta dall’UIPI – organismo in cui l’Italia è rappresentata da Confedilizia.
«E’ stato un incontro inatteso e molto significativo. In questa riunione internazionale in programma in questi giorni qui a Lisbona è stato dato ampio risalto alle iniziative poste in essere, nell’immediatezza del crollo del ponte Morandi, dall’Associazione della Proprietà Edilizia di Genova, al servizio della città, degli sfollati e delle popolazione tutta» – commenta Nasini, che in seno ad UIPIricopre il ruolo di presidente della “Condominium Committee”, la commissione che si occupa del settore condominiale a livello europeo,intervenire sull’argomento presentando le due iniziative avviate in Italia da Ape Confedilizia: «Quest’oggi ho illustrato la proposta di convenzione, con la quale s’intende offrire agli sfollati alloggi e ricordato la sottoscrizione che è possibile effettuare per raccogliere fondi per le famiglie sfollate -aggiunge Nasini – essere qui a Lisbona e incontrare i rappresentanti di tutte le associazioni del mondo che fanno parte di UIPI è importante per promuovere il nostro progetto per Genova a livello globale».

Come noto è attivo il conto corrente presso la Banca Passadore Sede di Genova corrisponde al seguente IBAN intestato all’Associazione della Proprietà Edilizia di Genova: IT 13 O 03332 01400 000000961407. Nella causale dovrà essere indicata la dicitura “Confedilizia per Genova”.

Come detto da Nasini, resta anche in piedi la proposta al Comune di Genova e al Commissario per la Ricostruzione di una convenzione per consentire a coloro che siano proprietari di abitazioni non occupate, di darle in locazione in via transitoria al Comune, a canoni agevolati, affinché quest’ultimo le possa mettere a disposizione delle famiglie sfollate.«Ho trovato una grande attenzione e collaborazione da parte di tutti i componenti del Comitato esecutivo dell’UIPI.
Nel corso di questa Giornata Internazionale sono state molte le parole di cordoglio rivolte alle vittime ed è stato forte l’incoraggiamento affinché vi sia un rapido ritorno alla normalità».
La Giornatainternazionale della proprietàè una manifestazione, ideata dall’Unione Internazionale della Proprietà Immobiliare – in cui l’Italia è rappresentata da Confedilizia – che ha lo scopo di ricordare come il diritto di proprietà rientri tra i diritti fondamentali della persona e, pertanto, vada rispettato da parte di governi ed autorità di tutto il mondo.
Oggi il Paese che garantisce la più elevata tutela dei diritti di proprietà nel mondo, secondo l’International Property Index (IPRI), è la Nuova Zelanda, seguita a ruota dalla Finlandia, la Svezia e la Svizzera. L’Italia si assesta al 49° posto. Property Rights Alliance, che raccoglie attorno a sé organizzazioni e think tank che operano in tutto il mondo a favore della libera iniziativa e di politiche indirizzate a favore dell’innovazione. Lo studio è basato su 127 Paesi, che rappresentano il 98% del Pil mondiale e il 94% della popolazione.