blocco-sfratti-nasini-spaziani-testa-genova
Written by APE Genova

CONFEDILIZIA: 500 GIORNI DI BLOCCO SFRATTI, C’ERA UNA VOLTA IL DIRITTO DI PROPRIETÀ

Genova tra le città italiane più danneggiate

Cinquecento giorni di blocco sfratti, cinquecento giorni di violazione del diritto (costituzionale) di proprietà da parte dello stesso Stato che dovrebbe garantirlo. Risale infatti al 17 marzo 2020 l’entrata in vigore del primo dei diversi provvedimenti di sospensione delle esecuzioni di rilascio, varati sia sotto il Governo Conte 2 sia durante l’Esecutivo Draghi.

«Le ferie e le vacanze, nonché le vittorie agli europei e alle olimpiadi delle quali si sono fatti belli i nostri politici, non fanno dimenticare che questo governo come i due Conte hanno violato reiteratamente la costituzione a danno della proprietà per regalare soldi agli sfaccendati del reddito di cittadinanza… A Genova e in provincia sono centinaia le famiglie in difficoltà a causa di queste norme incostituzionali. Si tratta spesso di pensionati e persone fragili, che hanno nel reddito da affitto un sostentamento» dice Vincenzo Nasini, presidente di Ape Confedilizia Genova.

Come noto, il blocco sfratti è stato recentemente prorogato:

  • al 30 settembre 2021, per i provvedimenti di rilascio adottati dal 28 febbraio 2020 al 30 settembre 2020;
  • al 31 dicembre 2021, per i provvedimenti di rilascio adottati dall’1 ottobre 2020 al 30 giugno 2021.

Formalmente, si è sbloccata la parte rimanente delle esecuzioni. Di fatto, però, non viene svolto alcun rilascio. Perché le ordinarie prassi dei procedimenti giudiziari contengono estesissime tutele per gli inquilini. Generalmente, infatti, la forza pubblica viene concessa solo dopo diversi infruttuosi accessi da parte degli ufficiali giudiziari, tutti a distanza di mesi l’uno dall’altro. Ma anche perché il lungo blocco ha ovviamente portato all’accumulo dei procedimenti.

«Il blocco sfratti? Un colpo alla mobilità del lavoro?»

In più, in diversi Comuni sono iniziati rituali vari – con la partecipazione di diverse autorità pubbliche – per dilatare ulteriormente i tempi. Sta di fatto che quasi ovunque non sono partiti neppure gli accessi. Peraltro, l’ultimo intervento legislativo (decreto “Sostegni”) ha comportato la proroga persino delle esecuzioni riguardanti mancati pagamenti dei canoni. Cosa che nulla ha a che fare con il Covid. Tale aspetto – insieme, fra gli altri, all’impossibilità di distinguere le singole situazioni concrete, mettendo a raffronto le esigenze del proprietario e quelle dell’occupante – è uno dei motivi che hanno indotto diversi Tribunali a segnalare alla Corte Costituzionale la possibile illegittimità della normativa. Dubbio, peraltro, già espresso dalla Consulta per un’altra disposizione di sospensione delle esecuzioni.

«Il blocco degli sfratti – ha dichiarato il presidente di Confedilizia, Giorgio Spaziani Testa – ha lasciato migliaia di famiglie senza reddito, senza la disponibilità del loro immobile e, ciononostante, persino costrette a sopportarne le spese. A partire da quelle condominiali, salvo il piccolo sollievo della cancellazione dell’Imu 2021. È, inoltre, un incentivo alla deresponsabilizzazione delle autorità pubbliche, che sarebbero chiamate a risolvere i problemi che il blocco scarica invece sui proprietari privati, persone fisiche e imprese. Ogni giorno in più di permanenza della sospensione è una ferita inferta all’affitto, ai futuri inquilini (specie i meno abbienti), alla mobilità del lavoro, all’economia tutta. Come è possibile che non lo si comprenda (o si finga di non comprenderlo)? È assurdo».

esonero imu ape confedilizia decreto sostegni bis
Written by APE Genova

APE Confedilizia: così l’esonero dell’Imu per il 2021

Il Secolo XIX riporta come ci sia anche lo zampino di APE Confedilizia per la recente modifica al dedreto Sostegni bis, approvata in sede di conversione di legge, che prevede l’esonero dell’Imu per gli immobili con convalida di sfratto per morosità.

L’esonero riguarda l’intera annualità del 2021.

Di seguito l’intero articolo comparso oggi sul quotidiano:

I focus di CONFEDILIZIA-16 luglio 2021-n10-APEgenova
Written by APE Genova

I focus di Confedilizia: fisco e immobili

È uscito il focus settimanale di Confedilizia

In questo numero:
– proroga del superbonus 110%
– superbonus 110% e miglioramento di due classi energetiche
– contributo per riduzione canone locazione abitativa
– esenzione Imu per abitazione principale
“I focus di Confedilizia” vengono diffusi attraverso le Associazioni territoriali della Confederazione.
Puoi scaricare > QUI < questo numero
Casa Mercato Immobiliare Blocco Sfratti APE Confedilizia Genova
Written by APE Genova

Blocco sfratti, Correzioni in arrivo dal governo

Intervenendo alla Camera, il sottosegretario alla Giustizia Francesco Paolo Sisto ha annunciato che “è allo studio un intervento normativo d’urgenza” del Governo in materia di blocco degli sfratti. Lo segnala Confedilizia, precisando che l’anticipazione è stata fatta in sede di approvazione, da parte della Commissione Giustizia di Montecitorio, di un parere in merito al decreto “Sostegni bis” nel quale si propone di escludere dalle recenti proroghe della sospensione delle esecuzioni quelle riguardanti morosità precedenti alla pandemia.

Casa Mercato Immobiliare Blocco Sfratti APE Confedilizia GenovaCome noto, il blocco degli sfratti, in atto dal 17 marzo 2020, è stato recentemente prorogato: al 30 settembre 2021, per i provvedimenti di rilascio adottati dal 28 febbraio 2020 al 30 settembre 2020; al 31 dicembre 2021, per i provvedimenti di rilascio adottati dall’1 ottobre 2020 al 30 giugno 2021. Tuttavia, come sin da subito rilevato da Confedilizia, la formulazione utilizzata determina l’inclusione nelle nuove proroghe anche delle esecuzioni riguardanti mancati pagamenti dei canoni che nulla hanno a che fare con il Covid. E tale aspetto – insieme, fra gli altri, con quello dell’impossibilità di distinguere le singole situazioni di fatto, mettendo a raffronto le esigenze del proprietario e quelle dell’occupante – è uno dei motivi che hanno indotto diversi Tribunali a segnalare alla Corte costituzionale la possibile illegittimità della normativa (già dichiarata dalla Consulta per un’altra disposizione di sospensione delle esecuzioni).

“Auspichiamo – ha dichiarato il presidente di Confedilizia, Giorgio Spaziani Testa – che il Governo intervenga in fretta almeno per eliminare le più eclatanti storture di un blocco degli sfratti che è in sé una misura inaccettabile, per effetto della quale migliaia di famiglie sono rimaste senza reddito, senza la disponibilità del loro immobile e, ciononostante, persino costrette a sopportarne le spese. Ogni giorno in più di umiliazione dei diritti dei proprietari è un colpo durissimo inferto all’affitto e, quindi, ai potenziali inquilini di domani, specie quelli a basso reddito, che avranno sempre maggiore difficoltà a reperire immobili da prendere in locazione. È ora di ristabilire diritto e giustizia”.

Vincenzo Nasini Presidente APE Confedilizia Genova
Written by APE Genova

Diverse testate 06/07/2021: rieletto al vertice Vincenzo Nasini

Diverse testate riportano la rielezione dell’avvocato Vincenzo Nasini per il triennio 2021/2024 alla guida dell’associazione della proprietà edilizia Confedilizia di Genova.
Il consiglio direttivo dell’APE ha eletto anche quali vicepresidenti il dottor Venanzio Mantero ed il geometra Diego Russello, quale segretario generale dell’associazione è stato nominato il dottor Lorenzo Russo, quale tesoriere il dottor Maurizio Pucci e infine quali componenti del comitato esecutivo il geometra Federico Galliano,  l’avvocato Marina Benzi e l’avvocato Francesco Tiscornia.

Qui potete leggere gli articoli completi usciti ieri:

1 2 3 4 45

L'Associazione della Proprietà Edilizia di Genova riceve solo su appuntamento dalle ore 9 alle ore 17
Per richieste o prenotazioni vi preghiamo di contattarci allo 010 56 51 49 | 010 56 57 68 o tramite mail a apege@apegeconfedilizia.org