Vincenzo Nasini APE Confedilizia Genova provicia
Written by APE Genova

Riforma del Catasto per Genova e Liguria

3 novità, le proteste in via XX che sono servite e l’errore di farla fine legislatura

La stangata (forse) non ci sarà. Ma pensare a una riforma fiscale a fine legislatura e sotto forma di delega è un controsenso. Sono questi gli elementi di giudizio che arrivano dall’analisi di Confedilizia rispetto a quello che è accaduto nelle ultime settimane a Roma e che ha conseguenze inevitabili per i Genovesi e i Liguri. Come spiega Vincenzo Nasini, presidente Ape Confedilizia Genova e vice presidente nazionale di Confedilizia:

«I gazebo in piazza fattoi anche a Genova in via Venti Settembre e in generale le proteste di Confedilizia contro la revisione del catasto in senso patrimoniale sono servite a qualcosa. Ma bisognerà sempre combattere aspramente  e duramente fino a quando non sia estirpato il cattivo seme che fa crescere la mala pianta della avversione verso la proprietà immobiliare che spinge molti politici a licenziare provvedimenti  fiscali e non solo illiberali e anacronistici ma spesso anche sbagliati».

Rispetto al disegno di legge presentato dal Governo, il nuovo testo della riforma fiscale contiene, per quel che riguarda gli immobili, tre principali novità.

La prima è l’eliminazione dell’automatico aumento della tassazione sui redditi da locazione abitativa (articolo 2). Nonostante la cosa non sia mai stata ammessa pubblicamente da promotori e sostenitori della riforma, il testo originario avrebbe inevitabilmente portato all’incremento della cedolare secca sugli affitti residenziali, considerata la volontà di impostare un’unica aliquota alternativa all’Irpef per i redditi finanziari e immobiliari, ipotizzata nel 23 o nel 26 per cento (le attuali percentuali della cedolare sono del 21 e del 10). Si tratta di un miglioramento importante. Ciò che va fatto, ora, è rimuovere la discriminazione nei confronti dei redditi da locazione a uso diverso dall’abitativo, per i quali pure va concessa la possibilità di optare per l’imposta sostitutiva, anche al fine di ridare fiato al commercio e di restituire decoro e sicurezza alle nostre città.

La seconda novità è la nuova impostazione della revisione catastale (comma 2 dell’articolo 6), che, opportunamente, non dispone più l’attribuzione alle unità immobiliari di un valore patrimoniale ma prevede il criterio reddituale, pur in parte impropriamente derivando il reddito dal valore e con il pericoloso inserimento di una non meglio precisata “consultazione” della banca dati Omi (l’Osservatorio sul mercato immobiliare dell’Agenzia delle entrate): una banca dati che contiene, secondo quanto dichiarato dalla stessa Agenzia, “indicazioni di valore di larga massima” su compravendite e locazioni, che non si comprende che cosa abbiano a che vedere col catasto. L’ideale, va ribadito, sarebbe stato il mantenimento del solo comma 1 dell’articolo 6, quello che riguarda le regolarizzazioni catastali, ma Palazzo Chigi ha preteso che la delega comprendesse anche la revisione, insistendo nella forzatura compiuta già all’atto della presentazione del disegno di legge, il cui contenuto è in contrasto con la volontà espressa dal Parlamento nel giugno del 2021 proprio per via dell’inclusione della parte sul catasto.

La terza novità è l’introduzione della “tutela del bene casa” nella norma riguardante il riordino delle cosiddette tax expenditures, vale a dire le deduzioni e le detrazioni Irpef (articolo 2). Si tratta di un principio importante, considerata la rilevanza che da un quarto di secolo hanno gli incentivi per gli interventi sugli immobili (dalla detrazione del 36% istituita nel 1997 al superbonus 110% introdotto nel 2020) e il fondamentale ruolo svolto anche da altre tipologie di deduzioni e detrazioni (interessi sui mutui, spese per restauro di immobili storico-artistici ecc.). Naturalmente, al di là del “paletto” inserito nella delega, si tratterà poi di fare delle scelte di prospettiva e impostare un sistema di incentivi stabile ed equilibrato, sul quale peserà l’imminente approvazione della direttiva Ue sulle prestazioni energetiche nell’edilizia: se essa dovesse prevedere, come è nel testo approvato dalla Commissione, l’obbligo generalizzato di adeguare gli immobili a determinati standard energetici, la domanda da farsi è: chi paga?

In attesa dell’esame del disegno di legge, sperabilmente non solo formale, da parte dell’Aula della Camera e di Commissioni e Aula del Senato, rimane il problema di fondo.

«Pensare a una riforma fiscale, per di più a fine legislatura e sotto forma di delega, con una maggioranza che va dalla Lega a Leu, è un controsenso. E la vaghezza, e la conseguente pericolosità, dell’articolato all’esame del Parlamento ne è la riprova. Come noto, in caso di legge delega le disposizioni direttamente incidenti su cittadini e imprese si hanno con i decreti delegati, che sono di fatto privi di controllo parlamentare. Se a predisporli è un Governo con una maggioranza così anomala, non vedere rischi è nascondersi la realtà».

libro Un mattone dopo l'altro Nasini Scoppa APE Confedilizia
Written by APE Genova

Un mattone dopo l’altro: a cura di Vincenzo Nasini e Sandro Scoppa

È disponibile nello store online di Rubbettino Editore >QUI<, e presto in altre librerie, il nuovo libro “Un mattone dopo l’altro”, a cura di Vincenzo Nasini e Sandro Stoppa

Il volume, con prefazione di Giorgio Spaziani Testa e postfazione di Corrado Sforza Fogliani, raccoglie i racconti di Carlo Lottieri, Sandro Scoppa, Vincenzo Nasini, Gianfranco Fabi, Andrea Giuricin, Gaetano Masciullo, Roberta A. Modugno, Guglielmo Piombini, Daniela Rabia, Alberto Scerbo, Alessandro Vitale.un mattone dopo l'altro a cura di Nasini e Stoppa
Gli autori, da varie prospettive, si sono soffermati su aspetti molteplici della casa, che è molto più di quattro mura e un tetto. È anima che nasce dalla somma delle anime di chi la abita. È spazio, luce, orizzonti, luogo d’incontro, vita. Essa, a sua volta, può essere declinata come dimora, abitazione, appartamento, immobile, affetti, ricordi. Via via sino al punto di approdo rappresentato dalla proprietà, che esprime una realtà non statica, ma viva, attiva e dinamica, come le società aperte e libere dove può vivere e prosperare.

Gli strumenti adoperati nei racconti sono quelli della narrativa, ma coniugando le acquisizioni delle scienze sociali con la letteratura, mediante una trasposizione artistica e raffinata che coinvolge personaggi, fatti e vicende di fantasia, i cui spunti sono tratti dal mondo complesso in cui viviamo. È un narrare che si collega a un’antica tradizione di grandi autori che hanno scritto letteratura filosoficamente ricca, tra cui Ayn Rand, la grande scrittrice americana, di origini russe, che ha affidato ai romanzi la sua filosofia e costruito così un edificio a difesa della libertà, della proprietà privata e del mercato.

Webinar 14 giugno sulla situazione del mercato immobiliare
Written by APE Genova

La situazione del mercato immobiliare. Da Genova all’Italia

È probabilmente il più completo e attuale dibattito sul settore immobiliare del dopo Covid. Si tratta del Webinar in programma martedì prossimo, 14 giugno, con la partecipazione dei massimi esponenti dei vari settori e frutto di una nuova collaborazione tra Confedilizia e Fiaip.

Il titolo è “La situazione del mercato immobiliare nei suoi vari segmenti”, con riferimento agli immobili residenziali (prime e seconde case), a quelli turistici e alberghieri. L’appuntamento è tra le h 15 e le h 18 e ad aprire il convegno saranno Giorgio Spazianti Testa presidente nazionale Confedilizia, Federico Filippo Oriana presidente Aspesi-Unione Immobiliare, Rita Ogno presidente provinciale Fiaip Genova. Sarà lo stesso Oriana a intervenire per primo sul tema “I nuovi trend dei segmenti immobiliari nello scenario post-pandemico”.

Il genovese Vincenzo Nasini, vicepresidente nazionale di Confedilizia e presidente di Ape Confedilizia Genova, parlerà di “La spada di Damocle della riforma del catasto sul settore immobiliare”, tema di grane attualità. Un altro genovese, Fabrizio Segalerba che è segretario nazionale Fiaip, interverrà su “Il commercio on line e il comparto della logistica”.

A seguire Angelo Piccardo sarà relatore su “Il settore della logistica: mattoni o finanza?”, mentre Carlo frittoli segretario Pr.E.G.I.A. parlerà sul tema “Ciclicità del mercato abitativo italiano”. Mentre sul tema del “Settore alberghiero in Italia” si potrà ascoltare l’intervento di Fabrizio Trimarchi, managing partner di «Hotel Seeker».

Gli interventi si susseguiranno uno dopo l’altro e intorno alle 17.45 ci sarà spazio per le domande del pubblico.

Per iscrizioni: https://register.gotowebinar.com/register/4926636049185358095

Webinar accreditato dal Collegio Geometri di Torino e per i VALUTATORI IMMOBILIARI ai sensi della norma UNI11558

Vi aspettiamo!

👉 Scarica QUI la locandina

 

Webinar 14 giugno sulla situazione del mercato immobiliare
Written by APE Genova

Webinar del 14 giugno sulla situazione del mercato immobiliare

Come sta evolvendo la situazione del mercato immobiliare nei suoi vari segmenti?
L’emergenza pandemica ha indotto nuovi comportamenti?  Che ripercussioni si riscontrano sulla domanda delle varie tipologie immobiliari?

Esperti e specialisti si confrontano sul tema, approfondendo le caratteristiche più rilevanti, nell’incontro online del 14 giugno, dalle ore 15 alle 18 Sarà presente l’Avv. Giorgio Spaziani Testa, presidente nazionale Confedilizia, e l’Avv. Vincenzo Nasini, vicepresidente nazionale Confedilizia e presidente di APE Confedilizia Genova.

Un incontro prezioso per perfezionare le valutazioni e le strategie immobiliari nel nostro Paese.

WEBINAR: la situazione del mercato immobiliare nei suoi vari segmenti

  • 15.00 Saluti di benvenuto
    Avv. Giorgio SPAZIANI TESTA – Presidente Nazionale Confedilizia
    Avv. Federico Filippo ORIANA – Presidente ASPESI Unione Immobiliare
    Rita OGNO – Presidente Provinciale FIAIP Genova
  • 15.30 – I nuovi trend dei segmenti immobiliari nello scenario post-pandemico
    Avv. Federico Filippo ORIANA
  • 15.50 – La spada di Damocle della riforma del catasto sul settore immobiliare
    Avv. Vincenzo NASINI – Vicepresidente Nazionale Confedilizia – Presidente APE Confedilizia Genova e Federazione Ligure
  • 16.00 – Il commercio on line e il comparto della logistica
    Fabrizio SEGALERBA – Segretario Nazionale FIAIP
  • 16.30 – Il settore della logistica: mattoni o finanza?
    Ing. Angelo PICCARDO – Presidente Tirso s.p.a.
  • 16.50 – Ciclicità del mercato abitativo italiano
    Dr Carlo FRITTOLI – Segretario PR.E.G.I.A.
  • 17.15 – Il settore alberghiero in Italia
    Dr Fabrizio TRIMARCHI – Managing Partner «Hotel Seeker»
  • 17.45 – Domande dal pubblico

Conduce l’evento: Dr Vittorio Zirnstein – Direttore di Re2

Per iscrizioni: https://register.gotowebinar.com/register/4926636049185358095

Webinar accreditato dal Collegio Geometri di Torino e per i VALUTATORI IMMOBILIARI ai sensi della norma UNI11558

Vi aspettiamo!

👉 Scarica QUI la locandina

18 Giugno IMPERIA 2022 Il punto sulle responsabilità dell’amministratore e dei professionisti nella procedura del superbonus 110%
Written by APE Genova

18 Giugno: il punto sulle responsabilità del superbonus 110%

Il 18 Giugno si terrà “Il punto sulle responsabilità dell’amministratore e dei professionisti nella procedura del superbonus 110%“, un incontro dedicato agli aggiornamenti normativi e le prime pronunce dei giudici di merito della durata di 4 ore.

La partecipazione può avvenire sia in presenza che in modalità on line su piattaforma Teams. Se siete interessati potete ricevere il modulo di iscrizione e ulteriori info inviando una email a segreteria@confediliziaimperia.it

Ordine del giorno

  • 9:00 – Saluti istituzionali
    Alessandra PINORI Responsabile scientifico del corso – Università di Genova
    Marco SCAJOLA Assessore Urbanistica Regione Liguria
    Paolo Prato Presidente APE Confedilizia Imperia
    Alessio De Salvo Presidente Gesticond Imperia
  • 9:15 – Apertura lavori
    Giorgio Spaziani Testa Presidente Confedilizia
  • 9:30 – L’amministratore e l’obbligo di informativa dei condomini, la fase di studio di fattibilità. L’aggiornamento della polizza professionale
    Vincenzo NASINI, Vice Presidente Confedilizia e Presidente APE Genova
  • 10.00 – La figura del responsabile dei lavori, i compensi non detraibili, il conflitto di interesse e contratto con sé stesso degli amministratori
    Paolo PRATO, Presidente di Ape Confedilizia Imperia e avvocato del Foro Imperia
  • 10.30 – La contrattualistica per l’affidamento degli incarichi ai professionisti, imprese e General Contractor
    Marta ZA, avvocato del Foro di Genova
  • 11.00 – Le responsabilità penali e amministrative. Il concorso di responsabilità
    Antonella MADEO, professore associato di diritto penale – Università di Genova
  • 11.30 – Le responsabilità civili e gli obblighi in solido
    Luca MARIN, avvocato del Foro di Genova
  • 12.00 – Le prime pronunce dei giudici di merito in materia di superbonus 110%
    Roberto TRIOLA, già Presidente della II Sezione della Corte di Cassazione
  • 12.30-13.00 – Le comunicazioni all’Agenzia delle entrate e le decadenze dal beneficio fiscale
    Giovanni ACCARDO – Funzionario dell’Agenzia delle Entrate, Direzione regionale Liguria

👉 Scarica la locandina 

1 2 3 41

L'Associazione della Proprietà Edilizia di Genova riceve solo su appuntamento da lunedì a mercoledì dalle ore 9 alle ore 17, giovedì e venerdì dalle ore 9 alle ore 13.
Per richieste o prenotazioni vi preghiamo di contattarci allo 010 56 51 49 | 010 56 57 68 o tramite mail a apege@apegeconfedilizia.org


APE Confedilizia Genova e Provincia si propone di fare da tramite, consulente e garante, per i profughi alla ricerca di un alloggio e persone che lo possono mettere a disposizione.  I nostri associati e non, possono chiedere tutte le informazioni del caso in sede al numero 010 56 51 49 010 56 57 68